Come fare allungamento muscolare (e diventare elastico) anche se sei rigido come un tronco.

Quando provi ad allungarti, per toccare la punta dei piedi, arrivi massimo alle ginocchia?

L’allungamento muscolare (stretching di seguito) è una parte dell’allenamento fondamentale per la prevenzione degli Infortuni.

Se hai il tuo “elastico” legato rischi di avere costantemente dolori a livello muscolare e nella zona lombare. Ora ti spiego l’utilità dello stretching e perché devi farlo…tutti i giorni!

1. Lo stretching: utilità per sportivi e sedentari

E’ molto importante lo stretching sia nello sportivo, ma anche nel sedentario.

La cosa più importante, però, è la capacità di tenere elastici i muscoli, le articolazioni e la fascia che ricopre la superficie muscolare (molto innervata).

Cosa comporta questo? Dedicandosi a questi muscoli migliorano i fastidi che puoi subire nel corso della giornata.

2. Le fasi dello stretching

Ci sono un’infinità di esercizi di stretching che possono essere utili a migliorare l’allungamento muscolare delle varie parti del corpo.

Lo stretching, però, va diviso in due fasi:

  1. la flessibilità muscolare
  2. l’elasticità muscolare

2.1 La flessibilità muscolare

E’ la capacità del muscolo di allungarsi, proprio come un elastico.

2.2. L’elasticità muscolare

E’ la capacità del muscolo di ritornare nella posizione di partenza una volta che viene allungato. E’ una caratteristica più attiva dell’allungamento ma fondamentale, soprattutto nello sportivo, per prevenire infortuni.

3. La mobilità articolare

La mobilità articolare va ad agire principalmente sulle articolazioni e, di conseguenza, sui legamenti e sulle strutture fasciali dell’articolazione stessa.

Quanto sei mobile e flessibile?

Questo devi domandarti. Il tuo corpo deve possedere una buona mobilità articolare e altrettanta flessibilità muscolare.

Se riesci a garantirti questo status fisico, allora la tua struttura assorbirà meglio i carichi esterni.

4. I tipi di allungamento muscolare

Ad oggi se ne vedono di tutti i tipi. E non è sbagliato. Infatti esistono varie metodologie di stretching. Ecco, le più importanti, elencate di seguito:

  • allungamento passivo
  • allungamento attivo
  • allungamento in contrazione
  • allungamento balistico

L’utilizzo differente del tipo di allungamento dipende dall’obiettivo che vuoi perseguire.

Nel momento che inizi un esercizio di stretching, c’è la necessità di cambiare stimolo, altrimenti il muscolo si adatta e non migliora.

Esempio 1: nel pre-gara uno stretching passivo è sconsigliato perché può provocare un maggior rischio di infortunio

Esempio 2: lo stretching balistico è consigliato prima di una competizione agonistica, come il calcio o il basket.

Esempio 3: lo stretching passivo, invece, deve essere inteso come un allenamento mirato e non come un contorno dell’allenamento.

Perché devi utilizzare tutti questi tipi di allungamento? Avere muscoli più flessibili ed elastici ti permette di essere più mobiltà e di avere un maggiore Rom articolare, in grado di farti avere una maggiore elasticità di risposta, la quale viene sommata al lavoro muscolare.

Nella maggior parte delle attività, infatti, avere una buona elasticità muscolare permette di fare meno fatica durante tutta la competizione perché la forza elastica del muscolo viene utilizzata al posto della forza muscolare pura.

Ovviamente, è di fondamentale importanza associare gli esercizi di stretching ad esercizi di forza, per prevenire ancora di più gli infortuni e i fastidi a livello sia sportivo che posturale.

RIASSUNTO

L’allungamento muscolare è una pratica da eseguire ogni giorno, anche pochi minuti, se vuoi migliorare la tua forma fisica. Per non sbagliarti sulla corretta esecuzione degli esercizi consulta sempre un professionista.

Hai provato a fare stretching ma sei rigido come una porta? Non sai da dove iniziare?

Se hai piacere scrivimi una mail a info@robertolana.it e iscriviti alla newsletter gratuita per ricevere gli ultimi aggiornamenti nella tua casella di posta.

Un abbraccio,

Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *